Come calcolare la potenza di un condizionatore

Quando si sceglie un condizionatore è importante valutare alcune caratteristiche fondamentali.
condizionatore
Oltre alla classe energetica, da preferire sempre i modelli di classe A o superiori, ad oggi l'unica tecnologia ammessa per legge è la tecnologia inverter che gestisce la potenza dell'apparecchioo in base alla temperatura desiderata e la temperatura effettiva dell'ambiente di esercizio. Fattori fondamentali nella scelta del condizionatore sono la potenza dell'apparecchio ed il numero e la dimensione degli ambienti da climatizzare.
La potenza di un condizionatore si misura in BTU (British Termal Unit); per calcolare la potenza ideale per un certo ambiente si può usare un metodo molto semplice:
Si calcola il volume della stanza (o delle stanze) da climatizzare e lo si moltiplica per 100.
Esempio di una stanza che misura 5 metri di larghezza, 4 m di lunghezza e 3 m di altezza. Il calcolo sarà: 6x4x3=60x100=7.200. Il condizionatore che andrò ad installare deve avere una potenza di almeno 7.200 BTU.
Si considera mediamente questo rapporto: per una stanza di 25-30 mq la potenza del  condizionatore deve essere intorno a 9.000 BTU; cresce fino a 12.000 BTU per una metratura di 35-40 mq; raggiunge i 18.000 BTU per dimensioni superiori a 40 mq. 
Attenzione: questo rapporto è valido se l'ambiente da climatizzare è unico e non eccessivamente caldo ( una stanza con un enorme vetrata al sole o una mansarda); in questi casi infatti è indispensabile chiedere il parere a un tecnico specializzato.